martedì 24 aprile 2018

La libertà di sperare

La storia del piccolo Alfie Evans sta suscitando innumerevoli reazioni, che con sfumature diverse si posso riassumere in tre diverse posizioni: chi è a favore dei genitori e del trasferimento del bambino in Italia, chi vorrebbe che i macchinari che lo tengono in vita fossero staccati, e chi non riesce a dare un giudizio netto vista la complessità dell'argomento. In questi giorni mi sono chiesto cosa farei io in questa situazione. Poi mi sono detto che io reagirei secondo la mia coscienza, la mia esperienza di vita, le mie convinzioni. Ognuno di noi reagirebbe in modo diverso. 
La vita e la morte sono dei misteri insondabili, forse i più grandi misteri dell'intero universo. Non ci sono certezze e voci univoche su questi temi. A chi appartiene la vita? A te stesso? Allo Stato? A chi si prende cura di te? A Dio? A nessuno? Chi può dirlo. So di non sapere diceva un celebre filosofo greco (Socrate). Cos'è la morte? Esiste un anima? Ognuno risponderà in base alla propria idea, al proprio sentire.
Sono convinto che ogni genitore lotterebbe per salvare il proprio figlio anche se ci fosse solo lo 0,01% di possibilità di salvezza. Non bisogna trascurare nemmeno la personalità dei genitori, la loro indole, il loro modo di vedere il mondo, la loro religiosità. Ecco è questo il punto. Può uno Stato arrogarsi il diritto di decidere il limite della libertà di coscienza di un individuo? Può limitare il sacrosanto diritto di sperare in un miracolo e di limitare in questo modo la libertà religiosa e spirituale di un individuo? Chi non crede ai miracoli può limitare la libertà di sperare in un miracolo? Dove finisce il diritto costituzionale e inizia quello del privato cittadino?
Si dirà che la legge vuole tutelare il bambino e su parere dei medici è giusto farlo morire e farlo smettere di soffrire, che le malattie neuro degenerative non hanno possibilità di un esito positivo. Si dirà pure che i genitori non possono giudicare perché emotivamente coinvolti, mentre un parere medico razionale e distaccato è più giusto. 
Obiezioni notevoli, ma che partono da un presupposto errato: l'infallibilità scientifica. Sono tanti i casi in cui la scienza è stata smentita da guarigioni inspiegabili, senza contare che la scienza, sopratutto quella medica non è ferma ma progredisce costantemente, cosi quel che ieri era la verità assoluta domani non varrà più perché smentita da nuove scoperte.
Il cervello è una macchina complessa, ancora non totalmente esplorata e i ricercatori spesso scoprono novità che contraddicono le scoperte precedenti ritenute assodate ed incontrovertibili scientificamente parlando. Peggio del bigottismo religioso vi è solo il bigottismo scientifico. 
In questi giorni ho letto sui social paragoni inappropriati con lo Ius Soli, dove la tragedia di un bambino è stata cavalcata a scopi propagandistici. Qualcuno si chiede perché concedere la cittadinanza italiana ad un bambino "praticamente morto" (cito le testuali parole, n.d.r.) e non ai bambini nati in Italia da genitori stranieri. Il punto focale è che la cittadinanza è stata concessa al piccolo Alfie non per mero capriccio, ma per consentire ai genitori del fanciullo di continuare a sperare, per mettere un freno ad una stortura burocratica e legislativa che mina la sacralità del libero arbitrio. Faccio notare poi che questi bambini "stranieri" in Italia godono degli stessi diritti dei bambini italiani, delle stesse tutele legali e sanitarie.
In conclusione credo di poter dire che nessuno meglio dei genitori del piccolo Alfie possano sapere cosa è giusto fare, semplicemente perché loro lo amano, e chi ti ama davvero fa di tutto per tenerti con sé ma è anche il primo che ti lascia andare quando si accorge che tutto è finito, che anche l'ultima speranza è svanita e soffrire è ormai inutile.

sabato 10 marzo 2018

L'analogia esoterica tra albero e cervello


Per trovare il significato segreto dell'Albero della Conoscenza del Bene e del Male bisogna prima analizzare come funzionano alcune parti di un albero. 
Inoltre è necessario comprendere come certe caratteristiche del cervello e della colonna vertebrale siano simili ad un albero. 
L'albero è un simbolo importante in molti insegnamenti spirituali e religiosi perché rappresenta la connessione tra il regno spirituale e il mondo materiale. 
Oltre a studiare la struttura dell'albero, del cervello e della colonna vertebrale, è opportuno superare i preconcetti sull'Occulto per esplorare il mondo della conoscenza esoterica.
Infatti per trovare uno dei significati segreti dell'Albero della Conoscenza del Bene e del Male, è fondamentale la conoscenza occulta e l'arte della parola magica per decifrare alcuni passi del Libro della Genesi.

A molte persone piace associare la parola occulto al male. Questo è un grande equivoco che impedisce alle persone di apprendere importanti conoscenze spirituali. 
La parola occulto deriva dalla parola latina occultus, che significa "nascosto, segreto". Pertanto, la conoscenza occulta significa "conoscenza nascosta" o "conoscenza segreta". La conoscenza occulta è come uno strumento e quindi può essere usata per scopi buoni o cattivi. 
Molte persone religiose attaccano i ricercatori dell'Occulto ma ciò che queste menti rinsecchite non "intuiscono" è che la Bibbia, il Corano, il Talmud e altri testi "religiosi" contengano una conoscenza occulta molto ampia.

Il seme del potenziale infinito

In tutta la storia dell'uomo, l'albero è sempre stato un simbolo di adorazione. Uno dei motivi è che l'albero rappresenta una grande espressione dell'uno e della molteplicità. L'albero comincia la sua esistenza come un seme avente un potenziale infinito. Questo seme contiene l'atman, una parola che deriva dalla parola sanscrita atma, che significa "essenza, respiro, anima". 
Nell'induismo, il termine atman significa "il principio della vita" o il sé individuale, conosciuto dopo l'illuminazione per essere identico a Brahman o l'Anima del Mondo, da cui derivano tutte le anime individuali e alle quali ritornano come l'obiettivo supremo dell'esistenza. 
Man mano che l'uno/seme cresce si trasforma in un tronco e poi da esso germogliano rami e foglie, diventando un "essere" sempre più complesso. 
Osservando e studiando come cresce un albero, puoi vedere come esprima magnificamente e miracolosamente il principio di unità e molteplicità. Questo principio di unità e molteplicità può anche essere visto durante lo sviluppo di un feto.
La creazione del feto inizia con la fusione di due semi (lo sperma e l'ovulo). Questo processo di fusione trasforma lo sperma e l'ovulo in uno zigote che è considerato un seme o un "essere". 
Quando lo zigote cresce e si divide, alla fine si sviluppa in blastocisti e poi nell'embrione. Questo è lo stadio in cui si sviluppano tutte le diverse parti del corpo, come la spina dorsale, il cuore, il cervello, i polmoni e il sistema nervoso centrale. 
Una struttura importante del corpo è il cranio. Questa è la "cupola" del "tempio" che ospita l'organo più complesso che si trova tra le tempie della testa, il cervello. Questo organo è composto da due emisferi, quello sinistro e destro. 

Il significato segreto dell'albero della conoscenza del bene e del male

Il cervello con le sue ramificazioni e connessioni neuronali è senz'altro l'organo più complesso e misterioso del corpo umano. Gli scienziati ed anche gli insegnanti spirituali hanno affermato che l'emisfero sinistro è il lato maschile del cervello ed è responsabile della logica, del pensiero analitico, della scienza e della matematica. Per quanto riguarda l'emisfero destro, esso è il lato femminile ed è fondamentale per l'arte, la creatività, il pensiero olistico, l'immaginazione e la consapevolezza spirituale.
L'emisfero sinistro è il lato maschile e controlla la parte destra del corpo. L'emisfero sinistro è considerato "buono". Una delle ragioni di ciò è che per migliaia di anni l'energia maschile è sempre stata associata ad energia positiva o luce. 
Per quanto riguarda l'emisfero destro, è il lato femminile o negativo e quindi è considerato erroneamente "malvagio", la caratteristica data all'oscurità. L'emisfero destro (femminile / "cattivo") controlla la mano sinistra e i muscoli del lato sinistro del corpo. Per questo il cammino esoterico viene definito "il sentiero della mano sinistra".
I pensieri prodotti dalla mente e elaborati dal cervello hanno il potere di motivare l'uomo (maschio e femmina) a fare cose buone o cattive.
Anatomicamente, questo albero rappresenta gli emisferi destro e sinistro del cervello. Viene spontaneo a questo punto notare la connessione tra l'Albero della Conoscenza del Bene e del Male e gli emisferi destro e sinistro del cervello.
Per rendere più facile questa connessione esploriamo un altro albero importante in mezzo al giardino dell'Eden chiamato Albero della Vita. 
E dalla terra fece il Signore Dio per far crescere ogni albero che è piacevole alla vista e buono per il cibo; l'albero della vita anche in mezzo al giardino e l'albero della conoscenza del bene e del male. [Genesi 2: 9 ]
Per trovare il significato segreto dell'Albero della Vita bisogna conoscere "l'arbor vitae", che è una parte importante del cervello situata vicino al tronco cerebrale. L'arbor vitae ha "un aspetto simile ad un albero in una sezione verticale del cervelletto, a causa della disposizione dei tessuti nervosi bianchi e grigi".

La connessione tra l'arbor vitae del cervello e l'Albero della vita è chiaramente ovvia quando si sa che il termine latino arbor vitae significa letteralmente "albero della vita". 
L'Albero della Conoscenza del Bene e del Male e l'Albero della Vita rappresentano alcune parti del cervello e non sono veramente alberi. Il libro della Genesi come tutti i testi religiosi possiedono diverse chiavi di lettura, non può solo essere interpretato letteralmente. In fondo nessuno ha mai visto un "serpente parlante" nella vita reale!
Il fatto che un serpente abbia parlato ad Eva nel libro della Genesi rende palese che questo libro contiene delle allegorie.
La parola mito significa: "una storia tradizionale o leggendaria, di solito riguardante qualche essere o eroe o evento, con o senza una base determinabile di fatto o una spiegazione naturale, specialmente uno che riguarda le divinità o semidei e spiega alcune pratiche, rito, o fenomeno della natura. " 
Questa definizione riassume brevemente la maggior parte delle storie della Bibbia.
Un principio importante che è necessario conoscere sui miti è che essi sono scritti in un linguaggio ermetico. Questo serve per occultare il significato originale. Per interpretare questi miti bisogna prima ottenere una maggiore conoscenza spirituale ed imparare come decifrare le parole per trovare il loro significato più profondo. Ad esempio, la conoscenza di Dio non può essere compresa solo attraverso le parole, perché le parole non possono esprimere il potere della conoscenza.
Per questo motivo le storie della Bibbia nascondono messaggi nascosti, per motivare le persone ad usare i loro poteri spirituali ed aiutarli a decifrare le parole in informazioni e assimilare le informazioni in modo da poterle sperimentare in saggezza, permettendo loro di sapere cosa le parole significavano a livello spirituale. 
Questo è il motivo per cui in Matteo 13: 34-35 Gesù disse: 
34 Tutte queste cose fecero parlare Gesù alla moltitudine in parabole; e senza una parabola disse loro di non rivolgersi a loro: 35 affinché si adempisse ciò che fu detto dal profeta, dicendo: Io aprirò la mia bocca in parabole; Pronunciare cose che sono state tenute segrete dalla fondazione del mondo. 

Il significato segreto del serpente

In alcuni insegnamenti occulti, il serpente è un simbolo di vita, procreazione, saggezza, trasformazione, fertilità e guarigione. 
Il serpente rappresenta anche il ciclo di vita, morte e rinascita. Sulla base delle conoscenze e ricerche esoteriche, il serpente nel Libro della Genesi rappresenta l'Ego, il produttore di pensieri legati alla curiosità, alla ribellione e alla disobbedienza. 
Queste caratteristiche dell'ego non sono necessariamente cose "cattive". Ad esempio, i bambini sono molto curiosi, ribelli e disobbedienti, ma non li giudichiamo come "cattivi". Il serpente rappresenta la mente dell'ego che desidera curiosamente esplorare oltre il Giardino dell'Eden. 
Quando guardi il serpente e Adamo ed Eva dalla prospettiva della mente, il serpente rappresenta l'ego, Adamo è la mente cosciente ed Eva è la mente subconscia.
L' ego è definito etimologicamente come "il sé, ciò che sente, agisce o pensa". In altre parole, l'ego è la tua individualità. 

Adamo ed Eva: La storia della creazione della polarità

Il nome Adamo è definito come: "Nome biblico del primo uomo, progenitore della razza umana, dall'ebraico adam". Uomo letteralmente "formato dal terreno" (ebraico terreno "adamah").
La storia biblica di Adamo ed Eva simboleggia la creazione della polarità. Adamo è l'uomo mitico che rappresenta l'atomo positivo / Energia maschile divina ed Eva è la donna mitica che rappresenta l'atomo negativo / Energia femminile divina. 
Al livello più profondo, la storia biblica di Adamo ed Eva è una storia delle due forze creative dalla polarità opposta. Queste due forze si fronteggiano per raggiungere un equilibrio.
Questo processo di combattimento (espansione) e di amore (contrazione) consente la manifestazione di esperienze negative e positive. La conoscenza e l'esperienza acquisite da quelle esperienze sono necessarie per raggiungere uno stato armonico. 
Quindi i significati occulti della storia di Adamo ed Eva, sono da ricondurre alle due forze creative della polarità e del magico viaggio per raggiungere uno stato di equilibrio e armonia. 
Le persone che hanno scritto la Bibbia conoscevano gli atomi, il DNA, la struttura anatomica più di duemila anni fa. 
La Bibbia non è solo un libro di storia. È un libro mitico che insegna alle persone importanti lezioni sulla vita e i segreti dell'Universo attraverso il potere del mito e non può solo essere letto in modo letterale o in chiave teologica ed escatologica.


giovedì 25 gennaio 2018

L'origine di Google e i legami con la CIA

"Google si autodefinisce come un'azienda tecnologica amichevole e user-friendly, cresciuta nel tempo ed arrivata alla ribalta attraverso una combinazione di abilità, fortuna e innovazione. Questo è vero. Ma è un semplice frammento della storia. In realtà, Google è una cortina fumogena dietro la quale si nasconde il complesso militare-industriale statunitense." - Nafeez Ahmed 

La CIA ha fatto di Google uno strumento per la sorveglianza di massa.
Andando indietro nel tempo in cui Google stava costruendo il suo impero, e non era il nome famoso che ora tutti conosciamo, ricordo di aver iniziato ad usare questo nuovo motore di ricerca poiché ero insoddisfatto della lentezza di Microsoft Explorer e di Mozilla Firefox.
Per essere onesti, sapevo molto poco di Google, e nemmeno ero a conoscenza della tecnologia rivoluzionaria che era alla base del loro servizio.
In seguito con una semplice ricerca su Internet (tramite Google, nientemeno), ho compreso quanto "inquietante" sia il sistema di registrazione di ogni ricerca effettuata, ogni email inviata, compresi i metadati.

Le notizie allarmistiche, hanno confermato come l'avvento di Google e la sua ampia raccolta di dati rappresenti un incubo per la privacy delle persone, e contribuirebbe a costituire uno stato di sorveglianza sempre più imponente ed invasivo in tutto il mondo. 
Queste non sono paranoie da complottisti. Dopotutto, se non stai facendo qualcosa di sbagliato, perché preoccuparti se hanno una registrazione delle tue e-mail e delle tue attività online di oltre dieci anni fa?
Nel corso degli anni, ho compiuto ricerche sui pericoli della sorveglianza invasiva e sulla raccolta di massa dei dati sensibili della popolazione, insieme alle sue ramificazioni di vasta portata, e ho cosi capito che quei primi "allarmisti" non erano dei visionari.
In realtà, potrebbero aver notevolmente sottovalutato la situazione in cui ci troviamo oggi. Ecco perché è così inquietante scoprire che le vere origini di Google sono strettamente legate alla CIA e all'NSA. 

Follow the Money

"Nel 1994 ... due giovani studenti della Stanford University, Sergey Brin e Larry Page, fecero il loro passo in avanti nella prima applicazione automatizzata per il web crawling e il page ranking. Quell'applicazione rimane il componente principale di ciò che alla fine è diventato il servizio di ricerca di Google. Brin e Page avevano svolto il loro lavoro con il finanziamento della Digital Library Initiative (DLI), un programma multi-agenzia della National Science Foundation (NSF), della NASA e della DARPA . 
Ma questo è solo un lato della storia.
Durante lo sviluppo del motore di ricerca, Sergey Brin ha conferito regolarmente e direttamente a due persone che non erano affatto docenti di Stanford: il Dr. Bhavani Thuraisingham e il Dr. Rick Steinheiser. Entrambi erano rappresentanti che si occupavano di un sensibile programma di ricerca della comunità dei servizi segreti degli Stati Uniti, finalizzato alla sicurezza delle informazioni e il data mining, questo è ciò che scrive la giornalista investigativa Nafeez Ahmed. 
Thuraisingham ha dichiarato che dal 1993 al 1999 l'Intelligence Community [IC] ha avviato un programma chiamato Massive Digital Data Systems (MDDS) che stavo gestendo per la comunità di intelligence.
Con l'intento di sviluppare tecnologie di gestione dei dati per gestire diversi terabyte a petabyte di dati, nonché l'elaborazione delle query, la gestione delle transazioni, quella dei metadati, e infine la gestione dello storage e l'integrazione dei dati, il programma MDDS ha finanziato 15 progetti di ricerca in diversi università, tra cui Stanford. 
Durante l'Annual Intelligence Community Symposium del 1995, un abstract elenca fra i principali sponsor del programma nientemeno che l'NSA, l'Ufficio di Ricerca e Sviluppo della CIA e il Community Management Staff (CMS) che opera sotto il Direttore della Central Intelligence .
In effetti, il fondatore di Google, Sergey Brin, è stato in parte finanziato da questo programma mentre era studente di dottorato presso la Stanford. Insieme al suo consulente Prof. Jeffrey Ullman e un capo ricercatore della MITRE Corporation, il dott. Chris Clifton, hanno sviluppato il sistema Query Flocks, che ha prodotto soluzioni per estrarre grandi quantità di dati memorizzati nei database. 

"Ricordo di aver visitato Stanford con il dott. Rick Steinheiser della Intelligence Community e di aver incontrato il signor Brin. Infatti, l'ultima volta che ci siamo incontrati nel settembre 1998, il signor Brin ci ha mostrato il suo motore di ricerca che è diventato Google subito dopo [nel settembre 1998] ", ha affermato Thuraisingham.

Questa non è la prima volta che l'intelligence americana ha finanziato i migliori scienziati americani, c'è una lunga storia di collaborazione, tra cui la bomba atomica, la tecnologia satellitare e l'esplorazione spaziale. 
La stessa Internet è stata resa possibile grazie al supporto dell'intelligence negli anni '70, quando l'Agenzia per la difesa avanzata dei progetti di ricerca (DARPA), un'agenzia del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti responsabile dello sviluppo di nuove tecnologie per i militari, ha collegato quattro supercomputer allo scopo di gestire grandi trasferimenti di dati. 
L'agenzia ha poi affidato le sue operazioni alla National Science Foundation (NSF), che a sua volta ha diffuso la rete attraverso migliaia di università e, in seguito, alla popolazione.
Negli anni '90, i budget militari e di intelligence non erano in grado di tenere il passo con i progressi tecnologici, tuttavia l'amministrazione Clinton ha visto un'opportunità per finanziare questi progetti attraverso il settore privato, poiché questo aveva a disposizione vaste risorse. Se l'intelligence degli Stati Uniti voleva condurre una sorveglianza di massa, avrebbe avuto bisogno dell'aiuto di università e società di supercalcolo. 
Con la concessione MDDS, Google è nata, si è espansa e ha superato i sogni più selvaggi della comunità dei servizi segreti. Ecco creato un sistema di rete in grado di organizzare informazioni di alto livello e tracciare gruppi di persone affini su Internet, identificandoli con le loro impronte "digitali".
Il motivo apparente di questo sistema di controllo potrebbe essere quello di individuare, in questo nuovo mare di informazioni, i probabili terroristi e sventare possibili attentati. Ma c'è un problema. Approvato in fretta, dopo 45 giorni dall'11 settembre in nome della sicurezza nazionale, il Patriot Act è stato il primo di molti cambiamenti alle leggi di sorveglianza che hanno reso più facile al governo spiare gli americani ed espandendo l'autorità per monitorare le comunicazioni telefoniche ed e-mail, raccogliere documenti di segnalazioni bancarie e creditizie e infine monitorare l'attività di innocenti cittadini su Internet.
Mentre molti americani pensano che sia stato creato per fermare i terroristi, in realtà il Patriot Act trasforma i normali cittadini in sospetti e potenziali criminali.
La tecnologia tende a divenire sempre più importante nella nostra vita quotidiana, ma dobbiamo chiederci fino a quale prezzo vale la pena barattare sicurezza e innovazione in cambio della nostra privacy e libertà. 

martedì 23 gennaio 2018

L'ossessione del controllo: ID biometrico

All'inizio di questo mese Robert William Goodlatte, membro del parlamento statunitense, [R-VA-6] ha introdotto un disegno di legge chiamato "HR4760 - Securing America's Future Act of 2018". Questa proposta di cambiamento radicale spazia dall'educazione al lavoro, fino alla sicurezza nazionale e ai militari. E' un enorme passo verso un vero e proprio stato di polizia, che potrà servirsi di un ID nazionale per rintracciare ogni americano.
Inoltre, nascosto fra le 400 pagine del provvedimento legislativo ci sono i dettagli per una nuova carta d'identità nazionale biometrica che potrebbe ben presto essere obbligatoria per tutti.

Non sorprende che i media non abbiano parlato di questa legge rivoluzionaria per la privacy delle persone. 
Il disegno di legge HR 4760 stabilisce un sistema di identificazione nazionale obbligatorio. Il quale richiede che tutti gli americani abbiano un documento di identità approvato dal governo contenente "caratteristiche biometriche". Senza questa carta, secondo la legislazione, non sarà possibile lavorare negli USA. 
La legge è stata redatta con l'apparente intento di fornire una soluzione legislativa per gli attuali beneficiari del programma di azione differita per l'infanzia (DACA). 
Tuttavia, come sottolinea Ron Paul: 

"questo disegno di legge darebbe ai beneficiari DACA uno status legale rinnovabile di 3 anni mentre costringerebbe una tessera biometrica nazionale praticamente su tutti gli altri... Esatto, gli statisti vogliono controllarti".

Naturalmente, questo disegno di legge è sostenuto appieno dagli esponenti anti-immigrazione e ha già guadagnato appoggi trasversali. Come per la maggior parte della legislazione che promuove lo stato di polizia, la paura dell'immigrazione clandestina viene usata per ottenere tale sostegno. 
Tuttavia, come sottolinea Ron Paul: 

"il disegno di legge non riguarderà solo i clandestini - si rivolge a tutti - e utilizzerà le tue informazioni private per rintracciarti.
Secondo questa legge saresti costretto a portare in giro la tua carta d'identità nazionale, legata a questo enorme database, piena zeppa di identificatori biometrici come le impronte digitali e le scansioni della retina.
Senza questo ID, non sarai in grado di mantenere legalmente un lavoro - o probabilmente aprire un conto in banca o addirittura salire a bordo di un aereo!"

Paul ha detto che ci sono buone probabilità che questo disegno di legge diventi legge, visto che il sostegno a questa legge sembra schiacciante. Ha esposto tre fattori chiave che sono dannosi per la libertà di tutti gli americani.

  • Consentire ai burocrati federali di includere informazioni biometriche di identificazione sulla carta, includendo potenzialmente anche impronte digitali, scansioni della retina o scansioni delle vene sul dorso delle mani, che potrebbero essere facilmente utilizzate come dispositivo di localizzazione;
  • Essere richiesto a tutti i lavoratori degli Stati Uniti indipendentemente dal luogo di nascita, rendendo illegale chiunque sia in possesso di un lavoro negli Stati Uniti ma che non ottiene questa nuova carta d'identità;
  • Richiedere a tutti i datori di lavoro di acquistare uno "scanner ID" per verificare le carte d'identità con il governo federale. Ogni volta che un cittadino fa domanda per un posto di lavoro, il governo lo sa - e si può scommettere che è solo una questione di tempo fino a quando "scansioni dell'ID" saranno richieste anche per effettuare acquisti di routine.

I maniaci del controllo, presenti nel congresso degli Stati Uniti, hanno cercato per anni di approvare una legge sulla carta d'identità nazionale ma senza successo.
Questa volta, tuttavia, sembra che i repubblicani - che in passato erano contrari a tali misure - siano ora pienamente convinti per le finalità anti-immigrazione del progetto di legge. 
Come sottolinea Paul:

"per anni gli statisti delle due parti, Repubblicani e Democratici, hanno combattuto per ratificare una legge che permetta l'esistenza di un enorme database comprendente tutti gli ID della popolazione su suolo americano.
In realtà, questo progetto era una parte fondamentale delle riforme definite 'Comprehensive Immigration Reform'. Un progetto fallito nel corso degli anni da ENTRAMBI gli schieramenti.
Ora, sfruttando lo slancio del duro discorso di Trump sull'immigrazione e la sicurezza delle frontiere, temo che gli statisti credano che il modo migliore per mettere in atto il loro piano di ID nazionale sia promuovere il loro disegno di legge come una 'correzione del DACA' mentre lo vendono alla base del GOP come misura di 'sicurezza' del confine.
Certo, non è altro che una falsità destinata a ingannare gli americani da tutto il Paese, ed a fargli pensare che il Congresso sigillerà il nostro confine meridionale con il Messico.
Ma in realtà significa qualcosa di molto diverso. 
I membri della 'sicurezza' di ENTRAMBI i partiti degli Stati Uniti non vogliono militarizzare alcun confine degli Stati Uniti. Invece, ha lo scopo di creare uno stato di polizia interno ai loro confini.
La verità è che questo è esattamente il tipo di battaglia che spesso decide se un Paese rimane libero o continua a scivolare verso la tirannia." 

La "Campaign for Liberty" di Paul sta progettando una massiccia crociata contro questa legislazione tirannica sotto forma di proteste e rendendo consapevoli i cittadini americani dei pericoli di questa legge. 
Tutto ciò avviene oltre oceano, ma non passeranno molti anni prima che ciò accada anche in Europa, visto il crescente pericolo rappresentato dal terrorismo e l'aumento incontrollato dell'immigrazione.

lunedì 22 gennaio 2018

L'equilibrio cosmico tra l'uomo e la natura

"L'universo si percepisce attraverso i nostri occhi. Attraverso le nostre orecchie, l'universo sta ascoltando le sue armonie. Noi siamo i testimoni attraverso i quali l'universo diventa consapevole della sua gloria, della sua magnificenza." - Alan Watts


"Non sei nell'universo, SEI l'universo, sei una parte intrinseca di esso. Alla fine non sei una persona, ma un punto focale in cui l'universo sta diventando consapevole di se stesso. Che miracolo incredibile." - Eckhart Tolle

La nostra responsabilità fin dalla creazione 

L'antica saggezza delle prime tribù affermava che gli esseri umani sono stati creati per essere i custodi della Terra, cosi come viene espresso anche dalla Bibbia nel libro della Genesi.

Siamo stati collocati qui, su questo pianeta per prenderci cura delle sue piante e degli animali, per proteggere la sua bellezza naturale, per mostrare rispetto e gratitudine per tutta l'abbondanza che la Terra ci offre ogni giorno. 
Gli scienziati stanno scoprendo ora che tutto nell'Universo vibra a varie frequenze. Questo sistema vibrazionale include anche gli esseri umani. 
Pensa al tuo battito cardiaco, al tuo respiro, ai tuoi cicli di veglia e sonno. Queste sono tutte espressioni vibrazionali. 
Tutte le cose vibrano, ognuna in modo diverso, quindi potremmo non essere in grado di percepire le vibrazioni di una roccia o di un albero con la stessa facilità con cui possiamo percepire i ritmi naturali di altre creature più simili e affini a noi: il battito cardiaco di un cane, il ritmo di un cavallo al galoppo, il brusio di un'ape.
L'antica saggezza riscoperta oggi da molte persone testimonia che anche oggetti inanimati hanno una propria energia vibrazionale. 
Persino le scoperte scientifiche moderne, come la teoria delle superstringhe, supportano l'idea che le vibrazioni siano al centro di tutta l'esistenza. 
Le vibrazioni esistono, ma nella cultura moderna non ci viene insegnato come affinare i sensi che possono rilevare questo tipo di energia. E così per la maggior parte di noi questa possibilità di relazione  passa inosservata. 
Ma se ci fermiamo e cominciamo ad "ascoltare" ed "osservare", possiamo iniziare a riconoscere il flusso e riflusso del mondo naturale intorno a noi.
Fiori che si aprono e si chiudono, cicli di nascita e morte, maree, migrazione degli uccelli, modelli meteorologici che vanno dal sole alla pioggia e al ritorno al sole, le stagioni, l'orbita della Terra attorno al Sole, persino l'espansione e la contrazione dell'universo, tutte queste sono vibrazioni, su varie scale, dalle più piccole alle più grandi. 
Arkan Lushwala, nel suo libro The Time of the Black Jaguar , afferma: 

[L'umanità è stata creata] con la missione di prendersi cura del resto della Creazione attraverso il potere del loro cuore e la loro capacità di produrre vibrazioni raffinate. (...) 

Mantenere vivo questo ricordo nel proprio cuore e ricondurlo a tutte le vite è diventato il nostro dono, la nostra missione e il fondamento di un bellissimo modo di vivere.
Agli umani è stata data la responsabilità di tutte le vibrazioni sulla Terra. E' stato nostro onore e compito mantenere letteralmente l'Universo in sintonia con la propria forza vitale essenziale. 

Come i nostri antenati si sono presi cura dell'universo 

Gli antichi esseri umani sentivano un'ardente responsabilità nel mostrare rispetto, onore e gratitudine verso la Natura, l'Universo e la Madre Terra che ha donato loro la vita. 
E così, hanno creato rituali che comprendono canti, balli, l'accensione di fuochi rituali e diversi tipi di preghiere e invocazioni. Queste attività hanno accresciuto la frequenza  vibrazione della Terra e di tutta le forme di vita. 
Le loro azioni, portate avanti con grande amore e gratitudine nei loro cuori, hanno rafforzato la vitalità della natura intorno a loro.
A loro volta, la Terra e l'Universo proteggevano e sostenevano gli umani, condividendo con loro la grande abbondanza dell'esistenza. 

"Era comunemente noto agli antichi che le vibrazioni ad alta frequenza attivano la coscienza, nutrono ciò che è affamato o debole, guariscono ciò che è malato e invitano nelle forze più luminose della Natura." - Arkan Lushwala 

Alcune antiche culture hanno anche espresso questa consapevolezza nei loro edifici. 
Gli antichi egizi costruirono imponenti edifici, come le piramidi, la cui costruzione era praticamente impossibile in base alla tecnologia del loro tempo. 
Questi edifici erano allineati con le costellazioni e prendevano l'energia dalla luce splendente del sole .
Lushwala teorizza che gli umani che progettarono le piramidi egizie e gli antichi templi in Guatemala, Perù, Messico e in altri luoghi stavano creando "specchi sacri per produrre e condividere liberamente vibrazioni ad alta frequenza". 

"Hanno costruito un mondo sulla Terra che era come uno specchio dove la danza cosmica poteva riflettersi e risuonare e dove tutti gli esseri potevano ricevere il nutrimento di questa vibrazione. " - Arkan Lushwala

E così, sappiamo dalla saggezza di questa gente che visse migliaia di anni fa, che noi come esseri umani sulla Terra, condividiamo una responsabilità intrinseca per proteggere e prenderci cura della Terra. 

Stiamo fallendo come custodi

Ma oggi, a causa di un'economia globale guidata dalla ricchezza e dall'avidità, gli umani stanno distruggendo l'ambiente e con esso l'equilibrio naturale del "dare e prendere" tra l'uomo e la natura. 
Generalmente, in tutto il mondo, stiamo prendendo dalla Terra molto più di quanto stiamo restituendo a Lei attraverso il rispetto e l'amore. 
Allo stesso tempo, le culture indigene del mondo - i gruppi che detengono l'antica saggezza e in molti casi praticano ancora gli antichi rituali di guarigione che sono così disperatamente necessari - stanno scomparendo. 
Ad esempio, il National Geographic afferma che il 20% della foresta pluviale amazzonica è stato spogliata negli ultimi 40 anni, e un altro 20% potrebbe andare perduto nei prossimi 20 anni.
Le aree che vengono saccheggiate comprendono il territorio ancestrale di molte tribù indigene che dipendono interamente dall'ambiente circostante per il loro cibo, l'acqua, le medicine naturali e il benessere generale. 
Poiché queste persone sono sempre più minacciate, le loro popolazioni si assottigliano e le loro tradizioni s'intorbidiscono quando vengono contaminate con la modernità. 
E mentre le generazioni più anziane si estinguono, le antiche conoscenze vengono perse e abbandonate.

Gli antichi modi di cantare e ballare per onorare la Terra

Cosa succede quando questi importanti rituali vengono persi? Qual è l'effetto sull'universo quando vengono lasciate sempre meno persone che conoscono gli antichi modi di cantare e danzare per onorare il terreno su cui camminiamo e gli animali e le piante che forniscono il nostro nutrimento? 
Questo cambiamento è la causa di ciò che sta accadendo alla Terra ora? Arkan dice che: 

"Quando dimentichi di nutrire le forme di vita che ci nutrono, tutto si decompone e perde il suo splendore."

L'umanità ha consumato milioni di tonnellate di risorse del pianeta negli ultimi decenni. Non esiste alcuna pratica o tradizione coerente utilizzata per compensare la Terra per tutto ciò che viene preso da lei. 
Cosa possiamo fare per riconnetterci con la Terra e ripristinare l'antica vibrazione, per ridare forza al nostro mondo quando ormai le persone hanno già preso così tanto? 
Perché se riusciamo a trovare un modo per restituire alla Terra, allora avremo sicuramente più abbondanza da condividere, e gli umani potranno vivere in una maggiore prosperità (ricchezza di mente, corpo e cuore) invece di essere coinvolti in guerre infinite, avidità e paure.

La nostra responsabilità oggi 

L'attivismo evolutivo è un movimento in ascesa basato sull'idea che noi, come esseri umani, siamo consapevoli dell'evoluzione e del nostro posto nel circolo della vita. Noi siamo l'universo che diventa consapevole di se stesso.

L'antica saggezza ci dice che eravamo destinati a essere custodi della Terra, e così la nostra coscienza ci indirizza verso una straordinaria responsabilità nel creare un mondo migliore per tutti gli esseri. 

Bill Twist, co-fondatore e direttore esecutivo della Pachamama Alliance, facendo riferimento al defunto ecoteologo Thomas Berry afferma: 

"Thomas Berry afferma che il grande lavoro che stiamo affrontando in questo momento di evoluzione è che la nostra specie faccia la transizione dall'essere una distruttiva presenza sul pianeta a un rapporto Uomo-Terra che migliora reciprocamente..."

"... Per creare una nuova relazione Uomo-Terra che migliori reciprocamente, sarà necessaria un'enorme audacia, una grande forza, un forte impegno."

Oggi in tutto il mondo, i gruppi che sostengono un cambiamento sociale  stanno già avendo un impatto significativo sul nostro mondo. 
Movimenti come Buen Vivir e Deep Ecology anelano ad un cambiamento dall'attuale paradigma materialista a quello del rispetto per la natura; un allontanamento dal consumismo verso una visione più olistica della vita. 
Ognuno di noi è chiamato a svolgere il proprio ruolo, in base al proprio talento, le proprie conoscenze e una passione profonda e sincera per la causa. Per rendere il nostro mondo prospero, giusto e sostenibile.
Iniziando questa lotta otterremo una nuova prospettiva riguardo il tuo posto nel mondo, e con l'impegno e la responsabilità collettiva svolgeremo il nostro ruolo nel plasmare l'evoluzione della vita sulla Terra.